RECENSIONE: Brividi di Autori Vari

 



Titolo:  Brividi

Autori: Autori vari

Editore: Terebinto edizioni

Genere: Racconti di vario genere

Data di pubblicazione:  9 gennaio 2021 

Romanzo: Autoconclusivo

Formato: e-book euro 3,99

Cartaceo euro 15,00

 

 

TRAMA: 

Brividi. Brividi di preoccupazione, meraviglia, orrore, nuova scoperta. Brividi per tutti i gusti. 

Sempre e comunque in un quadro di tensione, di fascino e di mistero: quello dell’azione e del fantastico, qui declinato nella quadruplice veste crime, horror, fantasy, science fiction.

 È quello che troverete nei racconti che compongono questa raccolta, scaturita da “Riscontri Letterari”. concorso nazionale che ogni anno porta i migliori autori italiani a confrontarsi in modo non convenzionale con i generi più vari.

Perciò, buoni brividi.

 

RECENSIONE

Sono davvero numerosi i racconti di questa antologia che mi ha lasciata senza parole.  Appassionano e deliziano, spaventano senza essere troppo esagerati e non vanno a toccare argomenti scabrosi o eretici, oppure blasfemi.

“Andò nell’altra camera, si sedette e appoggiando il mento alle canne fece fuoco senza esitazione, con una esplosione  di carne e sangue che fece scempio della stanza, mentre il suo corpo scivolò all’indietro con un tonfo sul pavimento.”

All’inizio vi è un genere che non adoro particolarmente ma che gli autori mi hanno invogliato a leggere con tanta curiosità: il crime, definito anche cronaca nera, crimine. Troverete successivamente storie dell’orrore ben congegnate, soprattutto mi ha stupita e coinvolta il racconto del vampiro, che richiama Dracula di Bram Stoker, e poi ancora la mano nera che sbuca dalla cantina che vi terrà con il fiato sospeso, soprattutto se come me leggerete il racconto in orario notturno. Questo racconto sia per il tema che per la caratterizzazione della storia e dei personaggi, mi ha ricordato molto il racconto di Stephen King, il Babau.

Molto inquietanti, da far venire veramente i brividi e mai titolo fu più azzeccato per questa raccolta così pregna di tensione, di ansie, di paure a volte non facilmente gestibili!

“Il gatto nero la guardava dritto negli occhi, come se volesse dirle qualcosa. L’aura dorata splendeva più vivida dell’ultima volta. Possibile che… 

Giada cercò in tutta la mitologia classica ciò che parlava di reincarnazione.”

Passiamo ora al genere fantasy che personalmente mi piace tantissimo e perciò ho letto con maggior desiderio, ma non per questo gli altri sono stati letti con minor attenzione, ovviamente.

Troverete storie davvero fantastiche in tutti i sensi, sia brevi che più corpose, storie che spezzano il quotidiano e ne fanno un uso non comune, atipico ma stando comunque fermi sulla terra, con i piedi piantati al suolo. Infatti per quanto vi sia lo stile fantasy, è comunque mischiato con altri stili e generi e questo me lo ha reso molto semplice da definire, e per di più tutta la lettura nel complesso delle sue 200 pagine è stata molto veloce e spensierata, non per questo però bigotta o tediosa, anzi!

La cosa che mi ha incuriosita molto è il connubio tra reale e finzione, tra orrore e fantasia, tra fantascientifico (nell’ultima parte) e crimine.

Nonostante i racconti siano a sé stanti, è come se in certi casi vi sia un collegamento, un filo invisibile che lega strettamente questi racconti, come se fosse un romanzo, non un’antologia.

Già dalle prime pagine si deduce che il libro sia un gioiellino, e infatti lo è in tutti i suoi aspetti, sia macabri che grotteschi, che dolci, delicati.

“Avete le vostre vite, le vostre uova, un rifugio… stiamo offrendo lo stesso a tutte le altre città; è più di quanto abbia avuto Mirne. 

– E a questa frase si zittirono. – 

Se accettate, gli oligarchi torneranno alle loro città per preparare la popolazione. Il trasferimento negli alveari dovrò concludersi entro domani al tramonto.”

La bravura di tutti gli autori, uomini e donne, ma soprattutto figure femminili, sta proprio nel partorire figure antropomorfe, oppure come nel caso dei racconti di fantascienza, che ho apprezzato molto in quanto molto lunghi e appassionanti, nel dar vita e rifinire ad esempio un alveare quasi alieno dove la Regina è davvero pregna di importanza vitale.

Che dire, inoltre, del racconto in cui la protagonista è una donna abbastanza curiosa, che vive nei fondali marini e che mi ha indiscutibilmente fatto pensare a una sirena bellissima?

In ogni racconto vi è vita, vi è scioltezza, vi è scorrevolezza e dolce profumo di prosa poetica. 

Vi raccomando davvero questa antologia, non ve ne pentirete!

In conclusione, vi troverete davvero catapultati nel passato, nel presente e nel futuro, risparmiando il tempo prezioso e il denaro per un viaggio che invece potrete fare benissimo in poltrona e non in carrozza o su una navicella spaziale. In quanto alla bellezza del libro, il tutto è stato accentuato anche dal fatto che è scritto con curiosità e premura, non vi sono infatti errori o debacle di stile e non vi sono pasticci ortografici.

Merita davvero la vostra attenzione. 

VOTO IN COCCOLE: 5 

FIRMA DEL RECENSORE: ROBERTA CANU


 *Ringraziamo gli autori e la casa editrice per la copia digitale* 

1 commento:

  1. Felicissima che il mio racconto Biancospino le sia piaciuto: "soprattutto mi ha stupita e coinvolta il racconto del vampiro, che richiama Dracula di Bram Stoker".
    Ida Daneri

    RispondiElimina

COVER REVEAL - Hooked: Una storia d'amore tra la Settima e la Main - Elizabeth Hunter

  Titolo:  Hooked: Una storia d'amore tra la Settima e la Main Autore:  Elizabeth Hunter Serie:  Amori tra la Settima e la Main #2 Gener...