RECENSIONE IN ANTEPRIMA: In luce fredda Serie: Rosa dei venti #1



Titolo: In luce fredda  
Serie: Rosa dei venti #1
Autore: Micol Mian e Sabrina Romiti
Editore: Triskell Edizioni
Genere: Contemporaneo
Data di uscita: 28 febbraio 2020
Formato: Ebook 3,44€ Cartaceo 12,00€

SINOSSI

Quando si trasferisce in Massachusetts per studiare Legge, Carlos ha le idee piuttosto chiare sul proprio futuro: sogna un posto in uno studio legale prestigioso, una moglie elegante, una vita che riscatti la sua infanzia povera trascorsa in Arizona. Non prevede certo di innamorarsi di un ragazzino maschio che gli farà mettere in discussione ogni aspetto della sua vita, né che questo ragazzino conviva con segreti dolorosi che renderanno i dubbi sul proprio orientamento sessuale l’ultimo dei loro problemi.
Per Viv il sesso non è qualcosa di intimo, ma una dimensione anonima che cerca più per punirsi che per farsi del bene. Non ha mai neanche pensato alla possibilità di innamorarsi di qualcuno, o che qualcuno possa innamorarsi di lui, finché l’incontro con Carlos non cambia le carte in tavola costringendolo a scelte molto più spaventose di quelle che si è concesso fino a quel momento.
Nella vita non esiste nulla di completamente innocuo, però, e anche i desideri più veri nascondono trappole e insidie: l’amore può ferire più a fondo dell’odio, se credi di non meritarlo, ed è fin troppo facile trasformare quel dolore in arma e puntarla contro chi meno lo meriterebbe.
Sullo sfondo di un processo che porta alla luce ricordi difficili e costringe tutti a una scelta di campo, Viv e Carlos dovranno imparare il modo giusto per aprirsi l’uno all’altro, ed entrambi al mondo.

RECENSIONE

Una buona storia, per me forse un po’ troppo oscura in certi punti, dato che avevo immaginato tutt’altro per quello che riguardava Viv e il suo pressoché costante punirsi, invece il motivo del suo modo di affrontare la vita è a causa di quello che è successo al fratello quando lui stesso era solo un bambino, un passato che lo schiaccia e lo porta a comportamenti autodistruttivi.
I due personaggi principali sono Carlos e appunto Viv, circondati da altri secondari di cui ho apprezzato la caratterizzazione.
Carlos sembra molto deciso per quello che riguarda il suo futuro, mentre è altrettanto confuso per quello che riguarda il suo orientamento sessuale.
Soprattutto dopo aver conosciuto Viv.
Viv è un ragazzo complesso, chiuso in se stesso, all’apparenza sereno ma che in realtà nasconde una profonda sofferenza che lo porta a compiere azioni masochistiche.
Tra i due gli inizi non sono dei migliori, tutt’altro, ma, consigliati anche dagli amici che stanno loro intorno, iniziano una relazione. Tutto a posto?
Assolutamente no, ma non aggiungo altro per non spoilerare la storia che consiglio di leggere.
Quello che il libro mi ha trasmesso è la necessità di essere chiari con se stessi e con gli altri, provare a evitare di soffocare la verità, tutto questo porta solo a terribili fraintendimenti che non fanno che minare le relazioni.
Come ho detto un buon libro, nel complesso ben strutturato, primo di una serie che leggerò senz’altro con molto interesse.

Per me quattro coccole
Alla prossima, la vostra Aylen.





*Ringraziamo la casa editrice e gli autori per la copia digitale*

Nessun commento:

Posta un commento

REVIEW PARTY RECENSIONE: Sicko di Amo Jones

Titolo:  "Sicko" Autrice:  Amo Jones Editore:  Virgibooks Genere:  dark romance (standalone) Data d'uscita:  19 giugno Link Am...