RECENSIONE IN ANTEPRIMA: Profonde differenze di RJ Scott & VL Locey



Titolo: Profonde differenze 
Serie:Harrisburg Railers #3)
Autore: RJ Scott & VL Locey
Traduzione: Midnight books
Genere: Contemporaneo/sportivo
Editore: Triskell Edizioni
Lunghezza: 200 pagine
Data uscita: 28 Gennaio 2020
Formato:Ebook3,99€

SINOSSI

Quello che per un uomo è passione, per un altro è una bugia. Riuscirà l’amore ad aggiustare il più buio dei cuori?
Trent Hanson è un fenomeno del pattinaggio artistico adorato da milioni di fan in tutto il mondo. Ha dedicato tutta la vita allo sport che ama, anche quando lo sport – e la sua stessa famiglia – gli hanno voltato le spalle. Dal cortile della scuola alle Olimpiadi, fino al salotto dei suoi genitori, Trent ha combattuto contro i bulli e gli omofobi per essere un uomo gay dichiarato e orgoglioso di sé. Le continue lotte lo hanno lasciato stanco, solo e ombroso; deve però mettere da parte tutte le sue paure quando viene assunto per lavorare l’intera estate con la squadra di hockey degli Harrisburg Railers.
Chi avrebbe mai immaginato che il destino avesse deciso di metterlo in coppia con Dieter Lehmann, dio del sesso sotto ogni aspetto e uomo che sembra avere tutto da dimostrare e a cui non importa chi ferirà pur di ottenere quello che vuole?
Dieter ha passato fin troppo tempo a languire nelle serie minori, e la dipendenza segreta dagli antidolorifici con obbligo di prescrizione significa che la sua carriera sta precipitando verso il baratro.
La sua ex lo sta ricattando, ed è molto vicino a mollare tutto. Ma quando viene convocato come riserva per la corsa alla Stanley Cup, ha un assaggio di cosa significhi giocare nella NHL e capisce che un posto nei convocati dei Railers è quello che vuole più di qualsiasi altra cosa. Lo desidera più che ascoltare il suo cuore, e ancor più che prendersi cura di quel pattinatore esasperante che gli è entrato sottopelle. Quando, per ottenere ciò che vuole, supera il limite, capisce di aver smarrito la strada. Deve cambiare, ma sarà ancora in tempo per salvare la sua carriera e per imparare ad amare di nuovo?

RECENSIONE

Questo terzo volume della saga finora è quello che mi è piaciuto di più. 
I due protagonisti sono Dieter, giocatore di hockey che avevamo già intravisto nel libro precedente, e Trent, un pattinatore artistico, spumeggiante, al di sopra di ogni possibile riga, eccentrico, vistoso e non so quali altri aggettivi usare per descriverlo, posso solo dire che l’ho ADORATO con tutta me stessa.
Trent è stato in passato spesso bullizzato e dover avere a che fare con dei giganti che giocano a hockey, ambiente noto per la sua omofobia, lo mette sulla difensiva. Ma poi incontra Dieter e tra loro due, scocca una scintilla immediata, con grande sgomento di Trent e altrettanta confusione di Dieter, che oltretutto ha una brutta dipendenza da antidolorifici. 
I due quindi sono completamente l’uno l’opposto dell’altro, ma si sa che proprio gli opposti si attraggono, no?
Un bel libro che affronta il problema della dipendenza in modo diretto, dell’accettazione, che ci insegna a non giudicare le persone per il loro aspetto esteriore, focalizzandosi invece su altro, su come queste persone si pongono, si comportano, su come sono dentro e non all’esterno. Consigliatissimo.

Per me 4,5 coccole

Alla prossima, la vostra Aylen

Nessun commento:

Posta un commento

REVIEW PARTY: L'erede ribelle di Cristiano Pedrini

Titolo: L'erede ribelle Autore: Cristiano Pedrini Editore: Queen Edizioni Genere: M/M Pagine: 220 Formato: Ebook 2,99€...