RECENSIONE: “Particolare” di Teresa Capezzuto


Titolo: Particolare
Autore: Teresa Capezzuto
Editore: Genesi Editrice
Formato: Libro
Genere: Narrativa  Poesia
Collana: Le Scommesse, 556
Data uscita: 22 marzo 2019
Pagine: 100

Sinossi:
Particolare è un libro di poesie in grado di far assaporare un salutare cocktail di emozioni e riflessioni. “Particolare e unica ci parla / la nostra vita”, grande fonte d’ispirazione per una poesia che si nutre di particolari e affida al valore delle parole messaggi positivi, generatori di gioia. È l’allegria che nasce dai filtri del dolore e della sofferenza insiti nell’esistenza umana, quando si sa rischiare riuscendo a dominarli. Il grande Giuseppe Ungaretti parlava di “allegria di naufragi”.
Sono versi che mostrano un dialogo tra le ragioni dell’allegrezza e gli abissi della disperazione, lungo il viaggio di ricerca compiuto dalla poetessa, viandante e indagatrice, per illuminare il mondo di un sorriso e mostrare che la poesia, fra le massime espressioni della bellezza, è ovunque. Un canto scintillante di allegria e di gioco di rime, con ironia sottile e nitida concretezza, in cui si odono gli echi di Palazzeschi, Dossi, Noventa, ma anche di rappresentanti della linea poetica lombarda, da Parini sino a Loi e Erba.
La vita, l’amore, i paesaggi vibranti d’emozioni, il potere fascinatorio dei videogiochi e della realtà aumentata, l’attenzione contro la violenza sulle donne e il coraggio di ricominciare, l’antimafia, il ripudio della guerra sono fra i numerosi temi affrontati, con differenti registri di scrittura, nelle tre sezioni Passioni, Stupori, Slanci. L’autrice bergamasca celebra anche la Città dei Mille: dall’omaggio al Maestro Gaetano Donizetti sino all’ammirazione per le secolari Mura Venete come per le scalette di Bergamo Alta e i suoi colli.
Dopo la riuscita e molto apprezzata prima opera in versi di Teresa Capezzuto, che si chiamava Autentica, l’attualissimo Particolare conferma una vocazione a intendere per poesia il linguaggio universale delle cose e delle emozioni umane, fra oggetti e sentimenti, tratti sia dall’uso quotidiano, ma anche estratti dai cassetti della memoria e dagli scaffali della libreria.
Recensione:
Leggendo mi sono trovata catapultata in una sensazionale ancor più profonda ricerca della sua anima. Si è superata dall’altro libro. Ha reso le sue parole ancora più efficaci e profonde. Ha una bravura unica nel saper inserire e scrivere componimenti con rime e frasi in Inglese. Leggere è stato un vero onore, sensazioni incredibili mi hanno coinvolta, quasi volesse mettere a nudo anche la mia anima di poetessa. 
Vi consiglio di leggere non come un qualsiasi libro, ma come un piccolo gioiello diamantato, osservandolo bene.

ESTRATTO DA I’M HAPPY
Estate fest
che stress
I soliti noti alla kermesse
All’happy hour
mi consolo
un drink leggero
e prendo il volo
Due passi in avanti
Pensieri in aria
oltre i confini
sogni migranti
Sole, Terra, Luna
Aprite le mani
Alzatele al cielo
e buona fortuna!
Alberi, una collina 
Che strana mattina
La natura m’inonda
ma che baraonda

5 abbracci
Cristina Chisso



Nessun commento:

Posta un commento

COVER REVEAL: Due stelle cadenti di Dora L.Anne

Titolo: Due stelle cadenti (spin off del precedente romanzo "Il Principe di Praga") Pagine cartaceo: 285 Gene...